Inserisci nuovo annuncio
 Visualizza ultimi annunci
 Ricerca avanzata
 Elenco unico annunci
C A T E G O R I E  
 Grandi Attrazioni (168)
 Medie Attrazioni (400)
 Piccole Attrazioni (205)
 Parchi Giochi (43)
 Attrezzature Particolari (719)
    - Noleggio (35)

 ENADA PRIMAVERA 2015 - Rimini Fiera
 Rimini (Italy)
 Dal 18/03/2015 - Al 20/03/2015

 EAS 2014
 Amsterdam (Netherlands)
 Dal 23/09/2014 - Al 25/09/2014


 Inserisci nuovo produttore
 Ricerca per categoria
 Ricerca avanzata
 Elenco unico produttori

 
 

 Fiere e congressi
 News
 Associazioni & Istituzioni
 Siti di Categoria & Amatoriali
 Stampa & Riviste
 Assistenza di settore
 Meteo
 
 
Lavoro accessorio, nuove indicazioni dal Ministero 23/01/2013

Il Ministero del lavoro, con circolare n. 4 del 18/1/2013, fornisce ulteriori chiarimenti in materia di lavoro accessorio.

Il Ministero del lavoro, con circolare n. 4 del 18/1/2013, fornisce ulteriori chiarimenti in materia di lavoro accessorio. La “riforma Fornero” ha recentemente modificato le procedure, ponendo l'accento sul limite di 5.000 euro netti nel corso di un anno solare. Tale soglia, annualmente rivalutata, si riferisce al compenso massimo che il lavoratore accessorio può percepire, indipendentemente dal numero dei committenti. Il compenso massimo per prestazioni accessorie richieste da un imprenditore o professionista non può essere tuttavia superiore a 2.000 euro netti, anch’essi rivalutati annualmente.



Chiarimenti anche sulla quantificazione del compenso del lavoratore, ora parametrato alla durata della prestazione. I buoni sono "numerati progressivamente e datati", il che consente di verificare se gli stessi sono utilizzati in relazione al periodo evidenziato. Il Ministero informa inoltre che “il riferimento alla "data" non può che implicare che la stessa vada intesa come un "arco temporale" di utilizzo del voucher non superiore ai 30 giorni decorrenti dal suo acquisto



Quanto alle sanzioni, la circolare chiarisce che il superamento dei limiti quantitativi o l’utilizzo dei voucher in un periodo diverso da quello consentito (30 giorni dal suo acquisto) non può che determinare una "trasformazione" in un rapporto di natura subordinata a tempo indeterminato, con applicazione delle relative sanzioni civili e amministrative. Riguardo ai buoni già acquistati prima del 18 luglio 2012 e utilizzabili entro il 31 maggio 2013 rispettando la precedente disciplina, gli stessi non sono conteggiati ai fini del raggiungimento dei predetti limiti economici e rispetto ad essi non sussiste alcun vincolo di parametrazione oraria.


Per approfondimenti e contatti è possibile scrivere all'indirizzo info@parchipermanenti.it o telefonare allo 0688473-273 o 274 



Fonte: Parchi Permanenti Italiani